Myrtus communis L. - MidlandBio

Cookie Policy
Privacy Policy
Vai ai contenuti

Myrtus communis L.

Piante officinali > Mor - Q

Nome comune:                    
Mirto, Mortella, Myrte, True Myrtle
Famiglia:                              
Myrtaceae
Habitat:                                
Il Mirto è uno dei principali componenti della macchia mediterranea bassa, frequente sui litorali, dune fisse, garighe e macchie, dove vive in consociazione con altri elementi caratteristici della macchia, quali il Lentisco, Rosmarino ed i Cisti. Forma densi cespugli resistenti al vento nelle aree a clima mite. Si adatta molto bene a qualsiasi tipo di terreno anche se predilige un substrato sabbioso, tollera bene la siccità. Vegeta dal livello del mare sino a 500 m s.l.m.
Descrizione botanica:       
Arbusto sempreverde dal profumo aromatico e resinoso, eretto, con chioma densa, fusto lignificato e ramificato sin dalla base, rami opposti, ramuli angolosi. La corteccia a frattura longitudinale, liscia di colore grigio, eccetto che sui rami più giovani dove è rossastra, si sfalda in placche o strisce fibrose negli esemplari adulti. Altezza sino a 5 m.
Parti utilizzate:                  
Foglie, giovani rami, fiori e bacche
Composizione e principi attivi:                 
Olio essenziale:
α-pinene (50-67%)
1,8 cineolo
limonene
linalolo
ϒ-terpinene
α-terpinolene
α-fellandrene
3-carene
geranil acetato
α-terpineolo
Tannini
Ac. malico
Ac. citrico
Ac. ascorbico
Altri chemotipi:                  
var. tunisina mirtenil acetato (20%), α-pinene (13-16%), linalolo (13%)                                                      
bacche  →  limonene (24%)
Organotropismo:                
Apparato respiratorio
Apparato digerente
Sistema cutaneo
Uso tradizionale:              
Tonico, stinolante, astringente e tenifugo
Attività terapeutica:          
Balsamica
Mucolitica
Antisettica
Antinfiammatoria
Astringente
Cicatrizzante
Indicazioni cliniche:          
Flogosi delle vie aeree  superiori
Sindromi da raffreddamento, influenze (frizioni pettorali con OE)
Sinusiti e rinofaringiti (suffumigi con OE)
Bronchite acuta e cronica
Forme catarrali (frizioni pettorali con OE)
Dispepsia
Diarrea
Gengiviti, ferite, piaghe (uso topico)
Acne, fruncolosi (medicazioni con OE diluito a 2% in olio di iperico o di calendula)
Dermatiti infette (medicazioni con OE diluito a 2% in olio di iperico o di calendula)
Effetti collaterali:               
Segnalati rari casi di extrasistoli
Controindicazioni:             
Soggetti affetti da cardiopatie, aritmie e/o extrasistoli
Avvertenze:                         
Dosi eccessive possono dare depressione, nausea, cefalea
Prodotti erboristici e fitoterapici:                      
Tintura madre, Olio essenziale, Taglio tisana
Sede Legale: 00198 Roma - Via Cagliari, 11
Sede Operativa: 01036 Nepi (VT) - Viale W.A. Mozart, 25
PI 13704941007 - REA RM-1466766 - REA VT-169340
Midland Bio srl
Torna ai contenuti