Echinacea angustifolia - MidlandBio

Cookie Policy
Privacy Policy
Vai ai contenuti

Echinacea angustifolia

Piante officinali > Cit - E
Echinacea angustifolia DC.
Nome comune:                    
Echinacea
Famiglia:                              
Asteraceae
Habitat:
Originaria del Nord America, viene oggi estesamente coltivata anche nell'Europa temperata in posizioni soleggiate.
Descrizione botanica:       
Piante erbacee poliennali con riposo vegetativo invernale (la parte epigea si dissecca in autunno), appaiono dalla primavera inoltrata all'autunno e fioriscono tra giugno e agosto. L'apparato radicale è più o meno fascicolato, con radici singole di calibro differente; le foglie, riunite in rosette basali e poi distribuite lungo gli scapi, sono lanceolate od ellittiche, con margine intero o seghettato e generalmente provviste di peli. Il fusto, di altezza variabile da 50 a 150 cm, ha un portamento eretto, si presenta più o meno peloso, ramificato e rivestito di poche o molte foglie, a seconda della specie. Il capolino è terminale, lungamente peduncolato, con ricettacolo conico, fiori ligulati (sterili) di lunghezza e tonalità variabili dal bianco-rosato al rosa-purpureo, e fiori tubulosi (fertili) ermafroditi; il polline può presentare diverse colorazioni
Parti utilizzate:                  
Radici e parti aeree
Tempo balsamico:              
Radici : autunno del II anno; parte aerea alla fioritura
Composizione e principi attivi:                 
Olio essenziale:
Echinolone
Cariofilleni
Germacreni
Monoterpeni
Alchilamidi:
Echinaceina
Polifenoli:
Echinacoside
Verbescoside
Cinarina
Ac. caffeico
Echinacina
Glucosidi flavonoidici:
Luteolina
Quercitina
Apigenina
Alcaloidi pirrolizidinici:
Tussilagina
Isotussilagina
Sesquiterpeni
Glucidi:
Inuliuna
Glucosio
Levulosio
Polisaccaridi immunostimolanti:
Eteroxilani
Arabico ramnogalattani
Triterpeni
Beatine
Glicoproteine
Ac. organici:
Ac. oleico
Ac. linoleico
Ac. palmitico
Ac. cerotico           
Organotropismo:                
Sistema reticolo-endoteliale
Cute e mucose           
Uso tradizionale:               
I nativi americani del Nord America usavano il rizoma per curare piaghe e affezioni varie della pelle, ferite da traumi, da morsi dei serpenti, vaiolo, morbillo, parotite epidemica, artrite e preparazione di colluttori. Per uso esterno, il rizoma delle echinacee ha in effetti proprietà cicatrizzanti, antinfettive e riepitelizzanti
Attività terapeutica:          
Inibisce la jaluronidasi (Echinacina):
cicatrizzante
riepitelizzante
antisettica
Stimola l’attività corticosurrenalica (ACTH-simile)
Antibatterica
Antivirale
Stimola la risposta immunitaria
Antinfiammatoria
Indicazioni cliniche:          
Prevenzione e trattamento:
malattie infettive
malattie da raffreddamento (*)
stati influenzali
Ferite
Piaghe infette
Herpes
Infezioni dermatologiche
Punture di insetti
Come antinfiammatorio nelle patologie infettive
Effetti collaterali:               
Non segnalati
Controindicazioni:             
Nessuna
Note:
(*) In una Monografia dell' EMA, l' Agenzia Europea per la valutazione dei medicinali del 2015  si afferma che l'Echinacea ha un riconoscimento come medicinale vegetale di uso consolidato per la prevenzione e trattamento del raffreddore.
Prodotti erboristici e fitoterapici:                      
Tintura madre
Echinacea angustifolia (radici fresche)
Tintura madre
10.80 €(IVA incl.)
Aggiungi
Sede Legale: 00198 Roma - Via Cagliari, 11
Sede Operativa: 01036 Nepi (VT) - Viale W.A. Mozart, 25
PI 13704941007 - REA RM-1466766 - REA VT-169340
Midland Bio srl
Torna ai contenuti