Chelidonium majus - MidlandBio

Cookie Policy
Privacy Policy
Vai ai contenuti

Chelidonium majus

Piante officinali > B - Cin

Nome comune:                    
Celidonia, Erba da porri, Celidonia, Chelidonia, grande, Erba nocca, Erba porraia, Erba mornera, Papagno selvaggio.
Famiglia:                              
Papaveraceae
Habitat:                                
Luoghi ombrosi, lungo le strade, vicino agli immondezzai e alle macerie, sui vecchi muri e negli incolti; 0÷1.200
Descrizione botanica:          
Pianta erbacea perenne, alta da 30 a 90 cm, a fusto ramificato e a nodi ingrossati. Le foglie sono lobate, alterne, imparipennate, color verde-bluastro, più chiare o grigie nella pagina inferiore. I fiori hanno calice composto da due sepali caduchi e corolla con  4 petaligialli, venti stami, ovario  supero. Il frutto, allungato, apparentemente una siliqua, in realtà è una capsula.
Parti utilizzate:                    
Parti aeree, lattice (linfa) e le radici
Tempo balsamico:               
Fine estate
Composizione e principi attivi:                   
Alcaloidi isochinolinici:
Copticina
Barberina
Sparteina
Chelidonina
Cheleritrina
Sanguinarina
Allocriptopina
Flavonoidi
Carotenoidi
Saponina
Olio essenziale
Ac. chelidonico
Ac. malico                              
Ac. nicotinico
Ac. citrico
Enzimi proteolitici (latice)                                             
Organotropismo:                
Fegato e vie biliar                   
Sistema cutaneo
SNC
Uso tradizionale:               
L'azione caustica del suo latice color arancio, che nella tradizione popolare era impiegato, sino a pochi anni fa, per curare calli,  efelidi, verruche e porri, da cui il nome volgare di "Erba da porri".
Attività terapeutica:
Antispasmodiche
Narcotiche
Catartiche
Colagoghe
Scialagoghe
Ipotensive
Diuretiche
Vermifughe
Indicazioni cliniche:
Affezioni epatobiliari
Coliche epatiche
Cefalea (quando questa è associata a disturbi epatici)
Duroni
Verruche (causate da alcuni tipi di papilloma virus)
Calli
Nervosismo e insonnia
Artrite e dolori
Acne
Dermatosi
Eczemi
Effetti collaterali:              
Tossica per il fegato a causa della presenza di sostanze attive alcaloidi, se assunta ad alte dosi o per tempi prolungati
Controindicazioni:            
L’assunzione della celidonia è controindicata in gravidanza e nei bambini.
Avvertenze:                       
Tutte le parti della pianta e specialmente le radici risultano tossiche per il loro contenuto in alcaloidi. Si consiglia l’assunzione solamente sotto controllo medico.
Prodotti erboristici e fitoterapici:                      
Latice Taglio tisana (parte aerea) Taglio tisana (radici) Creme
Sede Legale: 00198 Roma - Via Cagliari, 11
Sede Operativa: 01036 Nepi (VT) - Viale W.A. Mozart, 25
PI 13704941007 - REA RM-1466766 - REA VT-169340
Midland Bio srl
Torna ai contenuti